TROVA !
Castellammare del golfo - Trova  
  Le 100 ed 1 meraviglie
  Trova - 1o1 meraviglie Cool Links
  Trova Aziende A-Z
  Trova Aggiunge il tuo Links
  EVENTI E Manifestazioni - Polizia di stato
  Nuovo Sindaco Cmare
  Hotel C-mare e Provincia
  Dott. & Ospedale vicino a Trapani TP
  Che Tempo Fa
  C.mare - Film e foto YouTube
  canzone siciliani Video
  Video imagine della Sicilia +
  YouTube C-mare
  Video imagine di tutte le regioni siciliane
  Video della provincia di Trapani
  Turi Giuliano - Cicciu Busacca
  Marranzano Siciliano
  Da Marsala a Castellammare
  Bambini Scomparsi
  Castellammare 2011 Video
  Sereno Variabile del 20-08-2011
  Turismo - Fuochi Dartificio -Rievocazione Storica -13.07.2011
  Castello C-Mare
  La Legge sui Rumori
  La legge è uguale per tutti si ho no
  La sbronza dei Giovani
  Dopo il Piacere di bere !
  Webcam LIVE Scopello di Tonnara - Castellammare
  WEBCAM Castellammare del golfo
  L'immondizzia ci prende la salute
  Informazione
  Castellammare - Mappa
  Contact
Tutti i diritti riservati, a ll’autore la Riproduzione, e proibita.
Castello C-Mare

Il Castello di Castellammare del Golfo



     

Storia

Idrisi nella sua opera intitolata "Il libro del Re Ruggero" scritta nella prima metà del secolo XII, dice che la fortezza di Castellammare era chiamata 'Al Madarig e del suo castello scrive. "nessun altro [castello] è più forte di sito ne' meglio munito per costruzione........ cui cinge intorno un fosso intagliato nella montagna: si entra nella fortezza per un ponte di legno che si leva e si rimette come si vuole. Come fortezza ebbe notevoli qualità sia per le sue caratteristiche costruttive che per la particolare ubicazione. Ha orti e vigne e un porto ma angusto."

Lo stesso Idrisi definisce Castellammare una fortezza di importanza secondaria rispetto ad un altro castello ben più importante, quale quello di 'Al- Hammah.

Idrisi dice ancora riferendosi ad 'Al - Hammah:"..tale fortezza ha un porto in cui è un andare e venire di navi e vi si tendono reti per pescare tonni"

Il castello fu più tardi modificato dai Normanni e gli Svevi succeduti ai Normanni fortificarono il primitivo borgo cingendolo di mura di cui tutt'oggi rimane qualche antico rudere.

Federico II d'Aragona volendo togliere agli Angioini quest'unica fortezza che avevano in Sicilia, il 18 gennaio 1316 strinse d'assedio Castellammare per mare e per terra.

Dopo replicati e durissimi assalti, nell'aprile del 1316 gli Aragonesi s'impadronirono del Castello, ne distrussero le muraglie e ne abbatterono le fortificazioni, il castello subì danni gravissimi, una delle tre torri forse venne distrutta. Tuttavia dell'antico castello rimase la bellissima scala di pietra e la torre che la contiene.

Nel periodo tra il XV e il XVIII secolo Castellammare ritorna ad essere di nuovo uno dei principali punti marittimi di esportazione del grano.

Il Camillani nella sua descrizione dell' Isola di Sicilia dice "quivi è il caricatore di formenti..", e a sottolineare l'importanza che tale ruolo ha avuto nei secoli l'Adria lo definisce "horreum frumentarium ad diversa climata mundi".

Nel 1500 il Castello era munito di due torri merlate: una detta di S. Giorgio e l'altra della Campana. Un'altra torre detta Baluardo fu eretta nel 1537. Quest'ultima, fu edificata nel 1586 quando per difendere la costa dai corsari, furono innalzate molte torri lungo il litorale. Il Castello era diviso dal sobborgo per mezzo di un ponte levatoio, sollevato il quale, si rendeva inespugnabile essendo circondato da ogni parte dal mare.

Dagli atti del Notaio Baldacci di Alcamo del 1537/38 e del 1559/60, si rileva che il Castello, in quell'epoca era ben fortificato. La torre di S. Giorgio e quella della Campana erano munite di piccole bombarde. Nella torre del Baluardo si trovavano cannoni, bombarde, macchine da guerra, colombrine, macchine lancia-pietre ed altri proiettili chiamati provolanti. Sulle mura poi vi erano delle enormi palle di pietra che, negli assalti, venivano lanciate contro i nemici.

Nella seconda metà del XVI secolo iniziano le attività di costruzione della città murata verso sud, in virtù della licenza concessa nel 1560 da Pietro de Luna ai giurati, "chi [potesse] dar lochi per fare case, iuxta la forma chi altri volti in vari lochi si [erano] dati". Il borgo fortificato è a quest'epoca circondato per due lati dal mare, ed è congiunto alla terra ferma da un secondo ponte. 

 






Benvenuti  
   
Button "Mi piace" Facebook  
   
Pubblicitá  
   
CASTELLAMMARE DEL GOLFO  
  Nicola Coppola - Sindaco
Sede Comunale: Corso B. Mattarella, 24 - Tel. 0039 0924 592 111 (centralino)
Partita IVA -0082410812 - fax 0924 592 209

Ufficio Turistico 0924 31320
Polizia 113 / 0924 31221
Corpo Forestale 0924 31244
Emergenza per l’ambiente 1515
Usl 0924 30130
Autoservizi Russo (Trasporti extraurbani) 0924 31064
Ufficio Riserva Zingaro 0924 35108
 
SAN VITO LO CAPO  
  Sindaco
di Rizzo Matteo Davide Salvatore

San Vito lo Capo
Gabinetto del Sindaco:
Cracchiolo Stella
tel. 0923/621285 Fax 0923/972692
email: sindaco@comune.sanvitolocapo.tp.it
comunesanvitolocaposindaco@postecert.it
Segretario

SEGRETARIO
Dr. Andrea Giacalone
Sede Palazzo La Porta via Savoia, 167 piano primo

Tel 0923/621211
email: segretario@comune.sanvitolocapo.tp.it

SAN VITO LO CAPO
CAP 91010
Prefisso telefonico (+39) 0923
Comune 0923 621211
www.comune.sanvitolocapo.tp.it
Ufficio Turistico 0923 974300
Guardia Costiera 0923 974371
Guardia Medica 0923 972091
Polizia 0923 972160
Carabinieri 0923 972346
 
TRAPANI Sicilia  
  Comune di Trapani
Piazza Vittorio Veneto, 1
91100 Trapani
IL SINDACO DI TRAPANI
Vito Damiano

sindaco@pec.comune.trapani.it

Centralino 0923 590111
Fax 0923 28730
URP 800 019764
Polizia Municipale 0923 590120
i centralini dei comuni della prov. di TP
PEC sindaco@pec.comune.trapani.it
Dati utili Codice ISTAT: 081021
Codice Catastale: L331
Codice Fiscale: 80003210814
Partita IVA: 00079880811
 
ALCAMO  
  COMUNE DI ALCAMO
Sindaco
SEBASTIANO BONVENTRE
Coalizione Centro Sinistra
Riceve: Martedì pomeriggio 16:00 - 18:00
E-mail: sindaco@alcamo.tp-net.it

Piazza Ciullo, 1
91011 Alcamo

COMUNE DI ALCAMO
Piazza Ciullo, 30 -91011 Alcamo

Centralino:
+39 0924 590111

Numero Verde "U.R.P.":
800 011 539

Numero Verde "Sicurezza e legalità":
800 191 346

Casella PEC Protocollo:
comunedialcamo.tp.protocollo@pa.postacertificata.gov.it

Casella URP:
urp@alcamo.tp-net.it
urp@comune.alcamo.tp.it

Ufficio Turistico 0924 22301
Ospedale “S. Vito e S. Spirito” 0924 599111
Polizia 113 / 0924 500311
Carabinieri 112 / 0924 21010
Vigili del Fuoco 115 / 0924 21222
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=