TROVA !
Castellammare del golfo - Trova  
  Le 100 ed 1 meraviglie
  Trova - 1o1 meraviglie Cool Links
  Trova Aziende A-Z
  Trova Aggiunge il tuo Links
  EVENTI E Manifestazioni - Polizia di stato
  Nuovo Sindaco Cmare
  Hotel C-mare e Provincia
  Dott. & Ospedale vicino a Trapani TP
  Che Tempo Fa
  C.mare - Film e foto YouTube
  canzone siciliani Video
  Video imagine della Sicilia +
  YouTube C-mare
  Video imagine di tutte le regioni siciliane
  Video della provincia di Trapani
  Turi Giuliano - Cicciu Busacca
  Marranzano Siciliano
  Da Marsala a Castellammare
  Bambini Scomparsi
  Castellammare 2011 Video
  Sereno Variabile del 20-08-2011
  Turismo - Fuochi Dartificio -Rievocazione Storica -13.07.2011
  Castello C-Mare
  La Legge sui Rumori
  La legge è uguale per tutti si ho no
  La sbronza dei Giovani
  Dopo il Piacere di bere !
  Webcam LIVE Scopello di Tonnara - Castellammare
  WEBCAM Castellammare del golfo
  L'immondizzia ci prende la salute
  Informazione
  Castellammare - Mappa
  Contact
Tutti i diritti riservati, a ll’autore la Riproduzione, e proibita.
La Legge sui Rumori

                           

REGOLAMENTO

 DI POLIZIA URBANA
LA LEGGE E'UGUALE PER TUTTI !

Art. 25: Tutela della quiete.

1) In tutte le aree pubbliche oltre che nei locali pubblici e privati e relative pertinenze, comprese le abitazioni, è vietato produrre o lasciar produrre rumori o suoni di qualunque specie che possano recare, comunque, disturbo al vicinato. A tale limitazione è pure soggetto l’uso degli strumenti musicali , apparecchi radio, televisivi e simili .

2) Negli spazi ed aree di cui all’art. 1, e’ vietato l'uso di strumenti musicali, di apparecchi radiotelevisivi, di juke-box ed altri simili strumenti o apparecchi,  salvo vi sia il possesso di espressa autorizzazione per intrattenimento  musicale, rilasciata dall’autorità competente con indicato il luogo ed il tempo.

3) Gli intrattenimenti musicali, qualora siano autorizzati, salvo espressa autorizzazione in deroga, non possono protrarsi oltre le ore  00.30 e comunque le musiche e gli altoparlanti devono essere ulteriormente abbassati dalle ore 22,00.

4) E’ altresì, vietato praticare in qualsiasi ora del giorno attività ludiche rumorose, cantare o urlare  tali da arrecare molestia ai cittadini

5) E’ vietata, nei centri abitati del Comune, la detenzione in abitazioni, stabilimenti, negozi, magazzini, cortili e giardini, di cani o di altri animali che disturbino, specialmente di notte, con insistenti e prolungati latrati, con guaiti o altrimenti, il riposo o le occupazioni dei cittadini.

6) Fatto salvo, comunque, il disposto di cui al primo comma del presente articolo, nel caso che venga effettuata attività di intrattenimento musicale all'aperto, in particolare presso pubblici esercizi e circoli privati , questa - salvo espressa autorizzazione in deroga - non potrà protrarsi oltre le ore 00.30.L’attività di intrattenimento nei pubblici esercizi è subordinata al rilascio di autorizzazione specifica rilasciata dall’autorità di P.S. competente.(art.68 o 69 del TULPS e art.80)

7) Di norma, per i pubblici esercizi ed i circoli privati, palestre, scuole di ballo e simili, ubicati in edifici comprendenti private abitazioni è vietato l’uso di strumenti musicali, di apparecchi radiotelevisivi e di riproduzione musicale e simili dalle ore 00,30 alle ore 8.00, salvo opportuna insonorizzazione dei locali ovvero espressa autorizzazione per fasce orarie diverse.

8) Ai fini delle previsioni del presente articolo e del Regolamento in generale, per “disturbo” deve intendersi il fenomeno, eziologicamente correlato alla immissione di rumore nell’ambiente abitativo o nell’ambiente esterno, tale da provocare turbamento al riposo e alle attività umane – cioè alterazione del benessere psico-fisico e del normale ritmo di vita, con conseguente pericolo per la salute – nonché turbamento degli ecosistemi, dei beni materiali, dei monumenti, dell’ambiente abitativo e/o ambiente esterno o tale da interferire con le legittime fruizioni degli ambienti stessi (art. 2, 1° comma, L. 26 ottobre 1995, n° 447 “ Legge quadro sull’inquinamento acustico”).

9) Le violazioni di cui ai commi 1) , 2) , 3), 4), 5) e 6) comportano una sanzione amministrativa da €.25,00 a €. 150,00 ed il trasgressore è tenuto a cessare immediatamente le emissioni sonore e le attività non consentite.

10) La violazione di cui al comma 7) è punita con la sanzione amministrativa da €.258,00 a €.1548,00 ai sensi del comma 3 dell’articolo 10 della legge n. 447/95.

Art. 26 : Funzionamento di apparecchiature nelle abitazioni.

1) Nelle abitazioni, potranno essere solamente usati apparecchi che producano rumore o vibrazione di limitata entità e tali da non arrecare disturbo al vicinato. L’Autorità Comunale ha facoltà di prescrivere limitazioni nei casi particolari.

2) E’ vietato ai conducenti di veicoli a motore di provarne, nelle pubbliche strade o nelle aree private, comprese nella zona urbana, il relativo funzionamento, accelerando eccessivamente o spingendo il motore a pieno regime, provocando rombi, scoppi e rumori inutili.

3) La violazione alle prescrizioni del presente articolo comporta una sanzione amministrativa da €.25,00 a €. 150,00 ed il trasgressore è tenuto a cessare immediatamente la condotta illecita.

Art. 27: Attività produttive ed edilizie rumorose.

1) I macchinari industriali e similari, (motocompressori, gru a torre, gruppi elettrogeni, martelli demolitori, escavatori idraulici, ecc.) dovranno essere utilizzati adottando tutti gli accorgimenti tecnicamente disponibili per rendere meno rumoroso il loro uso e dovranno essere conformi, per quanto riguarda le emissioni acustiche, alla vigente legislazione in materia.

2) Le attività e le lavorazioni rumorose, anche quando rientrino nei limiti di legge, salvo deroghe alle fasce orarie sotto riportate concesse dall’Amministrazione Comunale dietro specifica istanza ove ne ricorrano le condizioni, potranno essere esercitate esclusivamente dalle ore 8.00 alle ore 19.00 dei giorni feriali. Se trattasi di lavorazioni disturbanti e/o che prevedono l’impiego di macchinari rumorosi, queste potranno svolgersi dalle ore 8,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 19,00 dei giorni feriali.

3) Nell’esercizio di attività anche in sé non rumorose, delle quali sia tuttavia ammessa l’effettuazione in orario notturno, come ad esempio la panificazione, dovranno essere posti in essere tutti gli accorgimenti per evitare disturbo e/o interruzione del riposo altrui, anche nell’apertura e chiusura di serrande, nella movimentazione di materiali e cose, etc.

4) Fatti salvi i limiti di orario di cui al comma 2, le attività temporanee, quali cantieri edili, le manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico, qualora comportino l’impiego di macchinari e di impianti rumorosi che possano comportare il superamento dei vigenti limiti di rumore ambientale, debbono essere in possesso di autorizzazione in deroga ai limiti di rumore rilasciata dal Sindaco su indicazione del Settore Gestione del Territorio.

5) Le violazioni di cui ai commi 1), 2) e 3) comportano una sanzione amministrativa da €.77,00 a €.462,00 ed il trasgressore è tenuto a cessare immediatamente le emissioni sonore.


                   


Cosa fare in caso di rumore:

Il cittadino, in presenza di un disturbo derivante da elevati livelli di rumorosità può ricorrere alle prescrizioni del codice civile e del codice penale e in particolare ai seguenti articoli:

Art. 844 del Codice Civile che regola i rapporti tra proprietari di fondi vicini in relazione al problema delle immissioni;

Art. 659 del Codice Penale che punisce sia chi disturba il riposo o le occupazioni delle persone mediante schiamazzi o rumori o abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche o mediante strepiti di animali, sia chi provoca detti disturbi esercitando una professione o un mestiere rumoroso;

Scarica qui il codice officiale

Articolo 844 Codice Civile.pdf

Articolo 659 Codice Penale.pdf


Click qui sotto per conoscere la sola legge vera di DIO.

LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI  - QUELLA di Dio



 

Benvenuti  
   
Button "Mi piace" Facebook  
   
Pubblicitá  
   
CASTELLAMMARE DEL GOLFO  
  Nicola Coppola - Sindaco
Sede Comunale: Corso B. Mattarella, 24 - Tel. 0039 0924 592 111 (centralino)
Partita IVA -0082410812 - fax 0924 592 209

Ufficio Turistico 0924 31320
Polizia 113 / 0924 31221
Corpo Forestale 0924 31244
Emergenza per l’ambiente 1515
Usl 0924 30130
Autoservizi Russo (Trasporti extraurbani) 0924 31064
Ufficio Riserva Zingaro 0924 35108
 
SAN VITO LO CAPO  
  Sindaco
di Rizzo Matteo Davide Salvatore

San Vito lo Capo
Gabinetto del Sindaco:
Cracchiolo Stella
tel. 0923/621285 Fax 0923/972692
email: sindaco@comune.sanvitolocapo.tp.it
comunesanvitolocaposindaco@postecert.it
Segretario

SEGRETARIO
Dr. Andrea Giacalone
Sede Palazzo La Porta via Savoia, 167 piano primo

Tel 0923/621211
email: segretario@comune.sanvitolocapo.tp.it

SAN VITO LO CAPO
CAP 91010
Prefisso telefonico (+39) 0923
Comune 0923 621211
www.comune.sanvitolocapo.tp.it
Ufficio Turistico 0923 974300
Guardia Costiera 0923 974371
Guardia Medica 0923 972091
Polizia 0923 972160
Carabinieri 0923 972346
 
TRAPANI Sicilia  
  Comune di Trapani
Piazza Vittorio Veneto, 1
91100 Trapani
IL SINDACO DI TRAPANI
Vito Damiano

sindaco@pec.comune.trapani.it

Centralino 0923 590111
Fax 0923 28730
URP 800 019764
Polizia Municipale 0923 590120
i centralini dei comuni della prov. di TP
PEC sindaco@pec.comune.trapani.it
Dati utili Codice ISTAT: 081021
Codice Catastale: L331
Codice Fiscale: 80003210814
Partita IVA: 00079880811
 
ALCAMO  
  COMUNE DI ALCAMO
Sindaco
SEBASTIANO BONVENTRE
Coalizione Centro Sinistra
Riceve: Martedì pomeriggio 16:00 - 18:00
E-mail: sindaco@alcamo.tp-net.it

Piazza Ciullo, 1
91011 Alcamo

COMUNE DI ALCAMO
Piazza Ciullo, 30 -91011 Alcamo

Centralino:
+39 0924 590111

Numero Verde "U.R.P.":
800 011 539

Numero Verde "Sicurezza e legalità":
800 191 346

Casella PEC Protocollo:
comunedialcamo.tp.protocollo@pa.postacertificata.gov.it

Casella URP:
urp@alcamo.tp-net.it
urp@comune.alcamo.tp.it

Ufficio Turistico 0924 22301
Ospedale “S. Vito e S. Spirito” 0924 599111
Polizia 113 / 0924 500311
Carabinieri 112 / 0924 21010
Vigili del Fuoco 115 / 0924 21222
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=